maglie calcio poco prezzo moncler outlet air max outlet Cheap NFL Jerseys
Dopo 11 anni torna sul mercato collezionistico il Gronchi Rosa dell'Euro: il "centesimo Mole" - News - Francobolli Monete Aste Collezionismo - Bolaffi
Seguici su Google + Seguici su Google + Seguici su twitter Seguici su facebook Segui le news

Newsletter

Scegli a quale newsletter iscriverti:
Privacy Policy
24/01/2013

Dopo 11 anni torna sul mercato collezionistico il Gronchi Rosa dell'Euro: il "centesimo Mole"

Moneta 1 centesimo rovescio Mole

Migliaia di euro il valore stimato

La sentenza del Tribunale di Roma (1278/13) ha decretato ieri che l'azienda Bolaffi detiene il legittimo possesso e la possibilità di commercializzare le monete con facciale da 1 centesimi coniate dall'Italia per errore con il diametro e l'immagine al dritto della moneta da 2 centesimi, la Mole antonelliana.

 

Nel 2002 l'azienda torinese aveva infatti annunciato l'acquisizione di sei esemplari dell'errore di conio rinvenuti in alcuni minikit distribuiti da banche e uffici postali nel periodo propedeutico all'introduzione dell'euro. La notizia aveva scatenato un caso mediatico e acceso l'interesse dei collezionisti. Subito dopo però le monete erano state sequestrate dalla GdF per indagini.

 

Dopo anni di contenzioso con il Museo della Zecca dell'Istituto poligrafico della Zecca di Stato che ne rivendicava il possesso, oggi l'azienda torinese può disporre legittimamente dei cent anomali, a tutti gli effetti tra le più rare monete in euro ora sul mercato, e annuncia la vendita all'asta di un esemplare il prossimo 23 maggio con una base di partenza di 2.500 euro.

 

Al momento gli esperti stimano un centinaio di monete in circolazione ma è plausibile pensare che dopo questa sentenza altre ne verranno alla luce: gli effetti della sentenza hanno effetto traslativo su tutti gli esemplari esistenti, che cautelativamente all'epoca non erano usciti sul mercato e di cui oggi è invece stata decretata la libera circolazione.

 

Giulio Filippo Bolaffi, amministratore delegato della Bolaffi S.p.A., dichiara: «Dopo 11 anni siamo tornati al punto di partenza, quindi si può riannunciare la scoperta di una importantissima rarità numismatica, che potrebbe con il tempo diventare quello che per i collezionisti è oggi rappresentato dal mitico "500 Lire Caravelle Bandiere rovesciate" che vale più di 20 mila euro. Il Centesimo Mole è la prima "moneta naturale" coniata in euro e proprio per la sua natura continentale, sarà di sicuro interesse non solo per i collezionisti italiani ma per tutto il mercato europeo».

 

Dal punto di vista collezionistico questa sentenza rappresenta un importante precedente: da questo momento si liberalizza il commercio dei cosiddetti errori di conio - naturalmente usciti in maniera legittima dalla Zecca come in questo caso - che possono ora essere considerati a tutti gli effetti oggetti da collezione senza possibilità di rivendicazioni.

Bookmark and Share

Articoli correlati

24/04/2013
Dopo il Vaticano, anche l'Italia dedica a Papa Francesco un francobollo
12/04/2013
Bolaffi Metalli Preziosi firma l’oro da investimento e lancia il sito www.bolaffioro.it
15/03/2013
Ospite d’eccezione l’archeologo e scrittore Valerio Massimo Manfredi
14/01/2013
Per oltre 100.000 dollari torna in Italia la più emblematica moneta romana: il denaro delle Idi di marzo
17/09/2012
Torino: un cofano con 79 medaglie e 10 monete dell'epoca murato nel terzo pilone dal principe Borghese
27/10/2011
Bolaffi presenta gli Ori d'Italia, due monete autentiche a solo 50 euro al mese
28/07/2011
Storica dedica un articolo alle monete e alla storia del denaro nel suo numero di luglio