Le collezioni

QUESTI FRANCOBOLLI
POSSONO ESSERE TUOI

La ricerca dell’esemplare che manca può richiedere tempo, energie e qualche timore. Soprattutto se è raro e di alta qualità. E se si vuole la certezza di autenticità. Bolaffi si avvicina ai desideri dei collezionisti offrendo un’ampia selezione di francobolli con in più, per gli esemplari di maggiore pregio, la garanzia più ambita, il Certificato finanziario di qualità Bolaffi. Dai must have della filatelia internazionale ai francobolli preunitari, dai dentelli del Regno a quelli della Repubblica, dagli aerogrammi ai cosmogrammi, tutti i pezzi sono selezionati e valutati con rigore scientifico da una un’équipe di esperti.

LE COLLEZIONI

UNIVERSALI

I francobolli universali sono i must have della filatelia, esemplari che per importanza storica superano i confini collezionistici degli stati che li hanno emessi. Ne fanno parte, per esempio, il Penny Black, il primo della storia, e la Colomba di Basilea, il primo a colori.

ANTICHI STATI ITALIANI

I francobolli dell’Italia prima dell’Italia, quella ancora frammentata e governata per lo più da dominazioni straniere. La collezione include 140 francobolli emessi tra il 1850 e il 1868 negli stati preunitari: il Lombardo-Veneto sotto gli Asburgo; la Toscana del granduca Leopoldo II d’Asburgo; il ducato di Parma della duchessa Maria Luisa di Borbone; il ducato di Modena di Francesco V d’Austria-Este; il Regno delle Due Sicilie sotto i Borbone; lo Stato pontificio.

ITALIA, PERIODO ANTICO

Fra il 1851 e il 1861 sono 82 i francobolli non dentellati con l’effigie di Vittorio Emanuele II. Nel 1851 era ancora re di Sardegna, ma i tre usciti l’1 gennaio possono essere considerati i capostipiti della collezione italiana. Fanno parte di questo capitolo anche le successive tre emissioni del Regno di Sardegna, i francobolli dei Governi provvisori di Parma, Modena, Romagne e Toscana, gli esemplari stampati a Napoli per la dittatura e la luogotenenza di Garibaldi, la serie emessa e quella non emessa per le Provincie napoletane, oltre ai saggi preparati per il Regno di Sicilia.

ITALIA, PERIODO CLASSICO

Arriva la dentellatura, ma non ancora la celebrazione di personaggi che non siano i regnanti. Sono 92 i francobolli emessi tra queste due novità, introdotte nel 1862 e 1910. La serie che apre il capitolo fu realizzata aggiungendo la perforazione ai francobolli della quarta emissione di Sardegna; ce ne furono alcune ancora non dentellate, prima della prima vera ordinaria, la cosiddetta De La Rue. Completano il periodo tutti i francobolli emessi sotto il regno di Umberto I e i primi con il volto di Vittorio Emanuele III.

ITALIA, PERIODO MODERNO REGNO

Dal 1910 al 1945, dalla prima commemorativa, quella per Giuseppe Garibaldi, alla fine della monarchia, con le emissioni di Vittorio Emanuele III e di Umberto II, il capitolo si caratterizza soprattutto per gli esemplari naturali e la serie lunghe del Ventennio.

ITALIA, PERIODO MODERNO REPUBBLICA

La serie Democratica apre idealmente già nel 1945 il capitolo dei francobolli italiani repubblicani, catalogati presidenza per presidenza fino al passaggio da lira a euro e oltre, ai giorni nostri. Naturali inclusi.

IL CIELO

La posta vola: il viaggio del francobollo nell’aria iniziò il 23 settembre 1870 a bordo di un ballon monté che sorvolò Parigi. Da allora le lettere hanno accompagnato imprese aeree mitiche, all’estero e in Italia, dove la posta salì in cielo per la prima volta nel 1898, a Torino su un pallone frenato. All’Italia spettano anche i primati di aver emesso il primo francobollo di posta aerea – era il 1917 – e il primo tripartito, nel 1933. Le pagine di queste collezioni parlano di drammi e successi, atti di coraggio ed entusiasmi, sacrifici e scoperte.

LO SPAZIO

Dai razzi austriaci lanciati negli anni Venti ai satelliti sovietici degli anni Cinquanta alla conquista della Luna dal 1969, alle stazioni spaziali in orbita sulle nostre teste, la posta era anche lì, a bordo di fusoliere, missili e navicelle, oltre la Terra, nello Spazio. Anche in questo ambito Bolaffi ha giocato di anticipo: è stata la prima a valorizzare questi documenti di inestimabile portata storica e a inventare la parole cosmogramma per indicare la posta andata nello Spazio.

Richiedi informazioni

*I campi contrassegnati con l'asterisco sono obbligatori

Acconsento al trattamento dei dati personali secondo quanto indicato nell'informativa sulla Privacy

Autorizzo
Bolaffi Spa, in qualità di titolare, all’invio di materiale pubblicitario o di vendita diretta, newsletter, compimento di ricerche di mercato o di comunicazione commerciale con modalità di contatto automatizzate e tradizionali.

Devi accettare il trattamento dei dati personali per poter attivare il bottone di invio.

Italiano