maglie calcio poco prezzo moncler outlet air max outlet Cheap NFL Jerseys
I vini di Giacomo Tachis e grandi francesi all'asta a Torino - News - Francobolli Monete Aste Collezionismo - Bolaffi
Seguici su Google + Seguici su Google + Seguici su twitter Seguici su facebook Segui le news

Newsletter

Scegli a quale newsletter iscriverti:
Privacy Policy
09/11/2017

I vini di Giacomo Tachis e grandi francesi all'asta a Torino

"Ho pensato che queste grandi bottiglie è giusto che vengano bevute dagli appassionati, noi non possiamo farlo da soli". Così Ilaria Tachis, figlia del grande enologo italiano Giacomo, ha raccontato a Winenews la scelta di mettere all'asta alcune bottiglie della cantina paterna.

 

Il 16 e 17 novembre, nella Sala Bolaffi di via Cavour, andranno infatti all'asta alcune bottiglie della collezione personale di Giacomo Tachis, inclusa una straordinaria verticale di Sassicaia Tenuta San Guido, composta da 18 bottiglie dal 1968 al 2003 (lotto 578, base 4.200 euro). Parte del ricavato, come ha annunciato Ilaria Tachis, andrà in beneficenza all’associazione Luca Coscioni e alla comunità di San Casciano Val di Pesa.

 

La collezione del padre del Sassicaia è inserita in una importante vendita di più di 1300 lotti provenienti da committenze selezionate, incluse le bottiglie italiane più celebri e una monumentale collezione di vini francesi, per una base d’asta complessiva di 660 mila euro

 

Verticale di Sassicaia

 

Tra le bottiglie dalle principali regioni italiane saranno battute sette magnum di Barolo Monfortino Riserva 2008, Giacomo Conterno (lotto 464, base 3.500 euro).

Il 16 novembre, dopo la degustazione su invito “San Leonardo in tre decenni”, che vedrà la partecipazione del Marchese Anselmo Guerrieri Gonzaga, dalle ore 19:45 andranno all'asta proprio i vini di San Leonardo provenienti sia dalla selezione di Giacomo Tachis (lotti 609/624), sia dalla cantina privata della Tenuta San Leonardo stessa (lotti 625/628).


Venerdì 17 durante la terza e ultima sessione con inizio alle ore 10 sarà dispersa la collezione monumentale di un esperto del settore con vini dalla Toscana, la Francia e il resto del mondo (lotti 629/1264). Tra i Bordeaux spiccano due bottiglie di Cheval Blanc 1947 (lotti 742 e 743, base 1.500 euro ciascuno) e due di Petrus 1945 (lotti 782 e 783, base 3.500 euro ciascuno).


Top lot dell’intera vendita è il lotto 956, cinque bottiglie di Musigny Grand Cru 2002, Domaine Leroy (base 12.500 euro)


Chiuderà l’asta il capitolo dei distillati di pregio (lotti 1265-1368) con un’importante selezione di Macallan tra cui “The Macallan 1940 Bottled in 1981” (lotto 1346, base 2.700 euro), rum come la bottiglia di Saint James 1885 in confezione originale (lotto 1283, base 5 mila euro), e cognac come la bottiglia da 0,70 litri di “A.E. Dor Tres Vieille Cognac Reserve n.5 1840, Louis Philippe” in cassa originale in legno (lotto 1273, base 3.700 euro).

 

Filippo Bolaffi, amministratore delegato di Aste Bolaffi Spa, ha dichiarato: «Dopo Luigi Veronelli, che nel 2015 ha sancito il debutto di questo fortunato dipartimento della nostra casa d’aste, ci pregiamo di poter proporre nuovamente la selezione personale di un altro maestro dell’enologia italiana, Giacomo Tachis. Acquistare grandi vini è una bella esperienza; poter acquistare grandi vini appartenuti a un maestro è invece un’esperienza irripetibile. Aste Bolaffi, ancora una volta, offre questa possibilità, e ne vado molto fiero».

 

SFOGLIA IL CATALOGO

Bookmark and Share