maglie calcio poco prezzo moncler outlet air max outlet Cheap NFL Jerseys
All'asta i grandi vini italiani e francesi - News - Francobolli Monete Aste Collezionismo - Bolaffi
Seguici su Google + Seguici su Google + Seguici su twitter Seguici su facebook Segui le news

Newsletter

Scegli a quale newsletter iscriverti:
Privacy Policy
11/11/2016

All'asta i grandi vini italiani e francesi

La sfida tra i vini italiani più pregiati, dal Masseto al Monfortino, e le etichette culto di Francia andranno in scena a Torino giovedì 17 novembre. L'asta dei vini pregiati e distillati avrà più che mai il sapore di un derby italo-francese, con un'appendice da veri intenditori, dedicata ai vini liquorosi e i distillati.

Il catalogo, realizzato in collaborazione con Slow Food Editore, propone una selezione proveniente da tre grandi collezioni private italiane ed estere e prestigiose piccole cantine. Top lot dell'intera vendita, con base d'asta di 10 mila euro, è una verticale di Masseto, il più importante vino italiano, composta da tre bottiglie per annata, dal 2005 al 2012.

"Sono bottiglie che in molti casi raddoppieranno le basi d'asta", spiega Luisa Bianconi, esperta del dipartimento Vini delle Aste Bolaffi. Commercianti, ristoratori e broker, ma anche collezionisti privati: il panorama degli acquirenti è variegato. "Ecco perché - aggiunge Bianconi - le bottiglie che proponiamo hanno sempre uno stato di conservazione ottimale. In questo caso la provenienza dalle cantine di autentici cultori, e anche da un ristorante, è già una garanzia".

 

Asta vini di pregiati e distilllati

 

Tra i Bordeaux spicca un'annata eccezionale, il 2000, con 12 bottiglie di Chateau Mouton Rothschild in cassa di legno originale (base 6.500 euro), sempre dello stesso anno 12 Chateau Lafite Rothschild (base 6 mila euro) e 12 Chateau Latour (base 5.500 euro), infine alcuni Le Pin dal 1992 al 2001. Tra i Bourgogne, dal Domaine Comte George de Vogué figurano due bottiglie di Musigny 1964 (base 1.400 euro), dal Domaine Armand Rousseau tre Chambertin Grand Cru 1996 (1.300 euro) oltre a vari lotti provenienti dal celebre Domaine de la Romanée-Conti, come il Romanée-Conti Grand Cru 2002 Cte de Nuits (base 5 mila euro) e diversi La Tache 2003-2005-2006 (ciascuno all'incanto a partire da mille euro).

L'Italia è degnamente rappresentata dai 'grandi' piemontesi, come il Barolo Monfortino Riserva Giacomo Conterno presente con una verticale dal 1955 al 2011 (base d'asta 4.500 euro) e dai toscani: oltre al Masseto un lotto di Ornellaia dal 2005 al 2010 (base 5 mila euro).

Il gran finale è dedicato ai vini liquorosi e i distillati, dai marchi leggendari a bottiglie dalla lunghissima maturazione. Tra i tanti meritano una menzione i Bas Armagnac dal 1900 al 1939, i cognac della storica maison Lheraud fino al 1953 e un'ampia selezione di whisky Macallan.

 

Sessione 1, ore 10.00 ​​​​​| lotti 1-325
Sessione 2, ore 14.30 | lotti 326-738

 

Scarica qui il catalogo dell'asta

Maggiori informazioni per partecipare all'asta su www.astebolaffi.it

Bookmark and Share