Cantina Veronelli "a ruba" all'asta Bolaffi - News - Francobolli Monete Aste Collezionismo - Bolaffi


Cantina Veronelli "a ruba" all'asta Bolaffi

Un risultato eccezionale quello della terza asta di vini rari e pregiati organizzata da Bolaffi in collaborazione con Slow Food Editore, il 17 novembre a Torino: la vendita ha totalizzato un incasso complessivo di oltre 922mila euro con oltre l'86% di lotti venduti, segnando un record per il dipartimento di vini della maison torinese.

È andata a ruba la selezione dei vini piemontesi, veneti e toscani provenienti dalla storica cantina privata di Luigi Veronelli, che ha registrato il tutto esaurito - pari al 100% di lotti venduti - e un realizzo totale di 181mila euro, tre volte la base d'asta complessiva. Tra questi, il top lot è stato l'insieme di 11 bottiglie di Barolo Bruno Giacosa 1971 (Rocche di Castiglione Falletto riserva speciale etichetta rossa), acquistato a 17.500 euro (diritti inclusi), a fronte di una base d'asta di 1.700 euro. All'interno del capitolo dedicato ai grandi vini francesi, si segnalano le migliori performance dell'intera vendita, caratterizzate da grandi battaglie al rialzo, tra offerte in sala e telefonate da tutto il mondo, in particolare da Stati Uniti, Nord Europa e Giappone. Lo scettro va al prestigioso assortimento di 12 bottiglie Domaine de la Romanée Conti 1990, aggiudicate al telefono a 42.500 euro. Altro top lot dell'asta, la Magnum di Champagne Krug Collection del 1938, ceduta a 21.250 euro (la base era 1.000).

Per tutti i risultati, clicca qui

Bookmark and Share