maglie calcio poco prezzo moncler outlet air max outlet Cheap NFL Jerseys
Gli aurei del MET a Torino - News - Francobolli Monete Aste Collezionismo - Bolaffi
Seguici su Google + Seguici su Google + Seguici su twitter Seguici su facebook Segui le news

Newsletter

Scegli a quale newsletter iscriverti:
Privacy Policy
02/12/2014

Gli aurei del MET a Torino

Sono arrivati dall'antica Roma, passando per alcune delle più prestigiose collezioni europee dell'Ottocento e poi dal Metropolitan Museum di New York: sono i dieci aurei romani con i profili di Augusto, Tiberio, Claudio, Aureliano, Antonino Pio, Probo, e Galeria Valeria, che tornano all'asta dopo 40 anni, a Torino, per l'appuntamento torinese dedicato alla numismatica il 4 e 5 dicembre, dove andranno all'incanto 1.700 lotti. 


I dieci esemplari, estremamente ricercati e in ottimo stato di conservazione, appartenevano all’imponente raccolta che il museo newyorkese vendette all’asta a Zurigo agli inizi degli anni Settanta e che ora, dopo più di quarant’anni, ricompaiono contemporaneamente sul mercato. Nell’insieme, che da solo raggiunge una base d’asta complessiva di 160 mila euro, si ritrova il profilo della figlia di Diocleziano, Galeria Valeria,fiore all’occhiello della vendita con una base d’asta di 50 mila euro: oltre a essere estremamente rara ha una qualità così elevata che nel 1938 si meritò sul prestigioso bollettino del Met il titolo di 'mint state', come fosse appena stata coniata.

 

Galeria Valeria

 

Prima di finire al Met, a fine Ottocento le monete appartenevano al diplomatico statunitense Joseph H. Durkee, che a sua volta aveva ampliato la sua raccolta acquistando nelle aste di Parigi e Londra le monete delle più importanti collezioni dell’epoca: Gustave de Ponton d'Amécourt, Edward H. Bunbury e Hyman Montagu. Durkee perì tragicamente nel naufragio di un piroscafo nel 1898 e la sua eredità fu donata al museo newyorkese.

 

Maurizio Piumatti, ad delle Aste Bolaffi: «Nel collezionismo d’arte e antiquariato il pedigree è di fondamentale importanza e questo vale ancor più per il mercato numismatico. Sotto quest’aspetto gli aurei del Metropolitan Museum of Art rappresentano una sintesi perfetta: uno storico pedigree a cui si unisce una splendida qualità».

 

Ma il catalogo racchiude altre sorprese, come le cinquanta oselle d'argento della repubblica di Venezia, molto rare e di splendida fattura, fatte coniare dai Dogi tra il 1646 e il 1796. Oppure la raccolta quasi completa del 're numismatico', Vittorio Emanuele III e, tra le monete estere, alcuni importanti esemplari britannici e russi, come la mezza corona del 1658 coniata sotto il protettorato di Oliver Cromwell, e il ricercato 10 rubli del 1756 di Elisabetta I di Russia.


L'asta si svolgerà in tre sessioni: giovedì dalle ore 15, venerdì al mattino dalle ore 9.45 e al pomeriggio dalle ore 14.30.  Si può partecipare come sempre anche al telefono, inviando un'offerta per corrispondenza oppure comodamente dal proprio computer, registrandosi alla vendita online dal sito www.astebolaffi.it. Fino a venerdì 5 dicembre è possibile visionare i lotti a Torino in orario 9.30 - 13 e 14 - 19. (info: aste@bolaffi.it; 011.5576300).

 

 

La prossima settimana, l’11 e il 12 dicembre, è invece in programma la tradizionale asta di filatelia con 5452 lotti di francobolli e buste affrancate.

Sfoglia qui il catalogo online.

Bookmark and Share