Il tesoro nascosto nel ponte della Gran Madre - News - Francobolli Monete Aste Collezionismo - Bolaffi


Il tesoro nascosto nel ponte della Gran Madre

 

 

E' custodito un tesoro "inestimabile" nel terzo pilastro del ponte che da duecento anni varca il Po da piazza Vittorio. Costruito fra il 1810 e il 1813, su decreto di Napoleone Bonaparte del 27 dicembre 1807, conserva in fondazione un cofano con 79 medaglie d'oro, argento e bronzo, più un metro in argento massiccio. È quanto segnala Alessandro Puato, instancabile ricercatore di memorie napoleoniche torinesi. In una città che finora ha dimenticato l'anniversario, ricorda lavori che due secoli fa la dotarono di un'opera di alta ingegneria, arricchita da una collezione numismatica di rango imperiale. La depose nella fondazione il governatore Camillo Borghese, fra le ore 10 e 12 di giovedì 22 novembre 1810, quando in una Torino in festa cementò la prima pietra.

 

Il valore del tesoro

La seguì il "tesoro": 79 medaglie preziose, coniate per celebrare le vittorie di Napoleone, più dieci monete di recente conio . Si aggiunsero due targhe commemorative e una copia in argento del metro di Parigi, contenute in un tubo di vetro. Il tutto fu chiuso in una cassa di cedro, sigillata nella muratura. Il valore del tesoro? Secondo Gabriele Tonello, esperto numismatico di Bolaffi, "è inestimabile come oggetto storico". Ma, a titolo di esempio, spiega che le medaglie d'oro napoleoniche oggi valgono dai 5 ai 20 mila euro l'una.

 

Leggi il resto dell'articolo e guarda la gallery su lastampa.it/torino >

Bookmark and Share