Chi siamo

“Per noi la storia è un oggetto da collezione”

Da 125 anni la famiglia Bolaffi diffonde il piacere di collezionare con serietà e passione in Italia e nel mondo.

ab-sr-def

1890 genialità

Alberto Bolaffi

La filatelia era agli albori e il giovane Alberto Bolaffi ebbe un’intuizione: abbandonare il commercio di biciclette e puntare sui francobolli. Nel 1893 aprì il primo negozio a Torino, in via Cavour. Da quell’intuizione sarebbe nata un’azienda destinata a fare storia. Una storia che porta ancora il suo nome.

Giulio Bolaffi

1923 tradizione

Giulio Bolaffi

Uno dei filatelisti più importanti di sempre, tanto da essere celebrato da un francobollo italiano. Nel dopoguerra all’attività commerciale affiancò con successo quella editoriale. Sviluppò innovativi criteri di catalogazione e quotazione dei francobolli e intuì il valore dei documenti postali come testimonianza scritta delle grandi imprese dell’umanità.

ab-def

1955 passione

Alberto Bolaffi

Interprete del cambiamento dei consumi collezionistici e culturali degli anni Sessanta, amplia  l’attività ad ambiti allora inediti: nel 1986 fonda il Collector Club, il settore di vendita per corrispondenza, e nel 1990 la casa d’aste. Nel 2000 apre la strada alla filografia, il collezionismo di documenti che percorrono la storia della parola scritta.

fb-def

2012 innovazione

Giulio Filippo Bolaffi

Il mercato cambia e l’azienda si trasforma. Nasce Bolaffi Metalli Preziosi che  tratta la compravendita di oro di borsa e propone lingotti marchiati Bolaffi. Viene inaugurato il commercio di diamanti da investimento. La casa d’aste si apre a vini pregiati, gioielli, arti del Novecento, memorabilia, vintage tecnologico e automobili da collezione.

Dal 1890 attraverso tre secoli

1890
1910
1940-1945
1955
1961
1964
1986
1990
1991
1997
2006
2013
2014
2016
2018

1890

Alberto Bolaffi apre la prima sede a Torino in via Cavour 14.

1910

Bolaffi è fornitore filatelico della Real Casa.

1940-1945

Giulio Bolaffi prende parte alla Resistenza al comando della divisione partigiana Stellina.

1955

Esce il primo Catalogo nazionale Bolaffi dei francobolli italiani.

1961

Nasce la Giulio Bolaffi Editore: pubblica edizioni filateliche, cataloghi di arte, vini, grappe, pipe, armi da caccia, yacht, automobili, manifesti.

1964

È inaugurata la sede di Milano; nel 1967 aprirà quella di Roma e nel 2004 quella di Verona.

1986

Nasce il Collector Club, divisione della Bolaffi dedicata alle vendite per corrispondenza che conta 500mila soci.

1990

Viene fondata la casa d’aste. In tre decenni si arricchisce di oltre quattordici dipartimenti, dai primi, quelli di filatelia e numismatica, ai più recenti, di vini, arte, gioielli, orologi e automobili.

1991

Alberto e Giulio Bolaffi sono effigiati insieme su un francobollo italiano; il fondatore sarà ricordato anche nel 2010 da un’emissione francese.

1997

Bolaffi diventa società per azioni.

2006

Inaugurato l’Archivio storico Bolaffi della filografia e della comunicazione che conserva tavolette sumere, rarità filateliche mondiali, note manoscritte di Einstein sulla relatività…

2013

Nasce Bolaffi Metalli Preziosi, società autorizzata alla commercializzazione dell’oro da investimento. Viene realizzato il primo lingotto d’oro marchiato Bolaffi.

2014

Va on line la versione web del catalogo dei francobolli.

2016

Top price di Aste Bolaffi è il diamante Very light pink, venduto a 755 mila euro.

2018

Il debutto di Aste Bolaffi nel mondo dei motori si trasforma in un grande evento.

{"dots":"true","arrows":"true","loop":"false","autoplay":"false","autoplayInterval":"3000","speed":"300","fade":"false","rtl":"false"}